Mario Giorgianni

Pittore Digitale

Chi sono

Chi Sono

Il lavoro recente di Mario Giorgianni si propone di indagare lo spazio coinvolgendo le architetture e le figure umane.

Utilizza gli strumenti tecnologici in modo leggero, quasi impercettibile, ricava luoghi “non luoghi”, sospesi tra realtà e fantasia. Partendo da un’idea di spazio non sempre ben figurata nella mente, si ritrova a costruire architetture, luoghi “altri” rispetto al punto di partenza. Le sue immagini sono il risultato di svuotamenti piuttosto che di aggiunte e lasciano spazio a molte interpretazioni: la realtà sfocia nella suggestione del non reale dando così vita a immagini “controverse” nella loro costruzione e nel loro significato. Da sempre Giorgianni ha fatto della scanner un suo compagno di avventura, affrontandolo come in un duello nella ricerca del semplice artificio. Oltre allo scanner nel suo lavoro vengono utilizzati diversi materiali quali plexiglass, maglie metalliche, metalli e colle. In alcuni casi utilizza luci led, costruendo suggestivi light box, perfetta sintesi tra forma e tecnologia. Negli anni novanta ha dato vita ad un gruppo artistico denominato “Contaminazione, fabbrica d’arte contemporanea” che, con altri giovani artisti ha movimentato la scena genovese nel tentativo, spesso riuscito con successo, di coinvolgere istituzioni e chiunque fosse interessato all’arte. E’ in quegli anni che i suoi lavori, prima pittorici (olio, acrilico, ecc.) iniziano a virare verso la tecnica attuale.

Ultime Esibizioni

Critica